DICONO DI LUI > LA FILOSOFIA

Campi seminati, attrezzi, contadini al lavoro, casolari e cortili: ecco il mondo un po' perduto che il pennello di Nino L'Annunziata fa rivivere con amore e attenzione ai gesti antichi, ai riti quotidiani e concreti legati al lavoro agricolo.
Pennellate sicure, limpide, senza incertezze.
Chiaroscuri che rivelano e non vogliono nascondere, nella tensione di un realismo trasfigurato che non solo illustra ma anche celebra, in una sorta di atemporalitÓ tranquilla.
Una ricerca dei lavori pi¨ genuini di un passato senza le frenesie della vita contemporanea e cittadina.

| Chiudi finestra |